Allenamento alla forza

L’allenamento della resistenza presenta delle difficoltà generalmente facilmente superabili a prescindere dalle condizioni genetiche muscolari, se non si hanno problemi articolari basta essere costanti nell’aumentare la distanza di percorrenza anche solo di 100 metri ad ogni sessione di allenamento e si arriva a percorrere in pochi mesi molti km per aumentare la performances ovviamente si deve cercare poi di coprire una distanza certa in tempi sempre più corti. Altro discorso è quando si vuole allenare la forza, quì purtroppo la gentica ha una valenza decisamente maggiore, la distribuzione delle fibre la loro composizione tra fibre bianche e rosse, gli attacchi dei capi articolari, la qualità della cartilaggine dei tendini, il numero dei neuroni motore e una miriadi di altri dettagli fanno la differenza. In ogni caso l’allenamento specifico alla forza qualsiasi sistema si usi con macrocicli e microcicli alternando resistenze elastiche a sistemi gravitazionali da risultati solo che la risposta è molto differente da un soggetto ad un altro: ci sono persone che hanno risposta elastica e capacità contrattile; un’ottima risposta, chi una buona, una media ed una scarsa, in ogni caso non basteranno pochi mesi per riscontri apprezzabili. Sinceramente è facile allenare i primi soggetti sempre che abbiano anche delle buone capacità coordinative ed articolari, cosa alquanto rara, se poi si vuole avere elementi che possseggano anche la testa. La stragrande maggioranza della popolazione ha una risposta media rispetto allenamento alla forza per cui l’unico modo per sopperire a tale mancanza rimane la tecnica… Quì si apre un mondo oramai scarsamente comprensibile a tutti quelli che vogliono tutto e subito.Nell’allenamento alla forza non si aumenta tale capacità aumentando il numero di ripetizioni, se alzate sempre lo stesso peso avrete sempre la stessa forza, a limite diverrete più resistenti ma non più forti.

Resistance training is generally difficult to overcome, regardless of the genetic muscle conditions, if you do not have joint problems, it is enough to be constant in increasing the distance even just 100 meters at each training session and you get to walk in a few months, many kilometers to increase the performance, obviously, one must then try to cover a certain distance in ever shorter times. Another argument is when one wants to train strength, unfortunately the gentility has a decidedly greater value, the distribution of fibers their composition between white and red fibers, the attacks of the articular heads, the quality of the cartilage of the tendons, the number of neurons engine and a myriad of other details make the difference. In any case, specific strength training, whatever system is used with macrocycles and microcycles, alternating elastic resistances to gravitational systems with results only that the answer is very different from one subject to another: there are people who have elastic response and contractile capacity; an excellent response, some good, medium and poor, in any case a few months will not be enough for appreciable feedback. Honestly it is easy to train the first subjects as long as they also have good coordination and articulation skills, which is quite rare, if you want to have elements that also have the head. The vast majority of the population has an average response compared to strength training, so the only way to make up for this lack is the technique … Here, a world that is now scarcely understandable opens up to all those who want everything and immediately. the force does not increase this capacity by increasing the number of repetitions, if you always raise the same weight you will always have the same strength, at the limit you will become more resistant but not stronger.