Il segreto del successo – the secret of success

A tutto il mondo degli, svezzati, quelli che sanno già tutto l’argomento sarà già noto o addirittura non interessa affatto in quanto perfettamente assorbiti dal siastema stesso al punto di consideralo naturale. Nella società troppo tempo e sempre più il successo è legato non come si vede nei film alle proprie capacità che qualcuno prima o poi valorizzerà, magari quando capita l’occasione è bene essere pronti ma alla totale casualità dell’essere al posto giusto nel momento giusto. In altri termini saper scegliere i piedi giusti da leccare è molto più remunerativo in termini economici e di notorietà dell’essere un grande studioso, tecnico, letterato, poliglotta o maestro di arti marziali. D’altra parte la storia che non viene oramai più portata nei banchi di scuola ci insegna che a ritroso sono veramente innumerevoli gli esempi di personaggi e leaders politici incompetenti, immorali, paranoici, schizzofrenici, megalomani e decisamente pazzi che hanno spadroneggiato e tuttora mostrano con orgoglio la propria arroganza, ciò nonostante l’umanità in qualche modo ha la resilienza per continuare in qualche modo ad esistere.
Fabrizio Botteghi

To all the world of the weaned, those who already know the whole subject will already be known or even not interested at all because they are perfectly absorbed by the system itself to the point of considering it natural. In society too much time and more and more success is bound not as we see in the movies to their own abilities that someone will sooner or later value, maybe when the opportunity happens it is good to be ready but to the total randomness of being in the right place at the right time . In other words, knowing how to choose the right feet to be licked is much more profitable in economic terms and notoriety than being a great scholar, technician, writer, polyglot or martial arts master. On the other hand, the story that is no longer brought to school shows us that there are truly innumerable examples of incompetent, immoral, paranoid, schizophrenic, megalomaniac and decidedly crazy political figures and leaders who have lorded and still show with pride one’s arrogance, yet humanity somehow has the resilience to somehow continue to exist.
Fabrizio Botteghi